Solo a partire da un impegno comune possiamo creare un mondo più sostenibile.

Sostenibilità è sinonimo di futuro, ma anche di cooperazione. Dopo aver siglato la nuova partnership con SavingBees.org, MBM Italia rafforza la sua transizione verso uno sviluppo sempre più sostenibile ed esorta ad un’azione comune per la salvaguardia.

MBM Italia, da oltre 40 anni, si occupa di realizzare soluzioni software per rispondere alle esigenze gestionali delle aziende manifatturiere, mettendo a disposizione le ultime innovazioni tecnologiche. Grazie ai suoi strumenti informatici, l’azienda padovana è in grado di pianificare al meglio il flusso produttivo, incrementandone così l’efficienza. Caratteristiche queste che sono molto vicine al mondo delle api, anch’esse note per la loro meticolosa ed impeccabile organizzazione e che hanno spinto l’azienda ad appoggiare il progetto di oasi apistiche SavingBees.org in sviluppo a Rovigo. 

Partendo dalla convinzione che senza api non c’è vita, SavingBees.org si impegna a ripopolare e proteggere le loro colonie, attraverso la creazione di un ambiente accogliente, vere e proprie oasi di biodiversità vegetale e animale sottratte all’agricoltura intensiva. Obiettivi che non sarebbero realizzabili senza il supporto delle aziende partner: “Siamo grati a MBM Italia per essere state una delle prime aziende a credere nel nostro progetto” – ha dichiarato Matteo De Simone, fondatore di SavingBees.orgquesta partnership rappresenta un gesto d’amore per la terra e per le generazioni future, la dimostrazione che un cambio di rotta è possibile anche tramite la condivisione di idee e la creazione di legami con chi, come MBM Italia, fa del senso di comunità e della sostenibilità i propri valori portanti.”

La scelta di MBM Italia di investire nell’iniziativa SavingBees.org, adottando un’arnia e donando casa ad una colonia di api, ha una duplice motivazione. La prima trova le sue radici nel legame con la regione Veneto, a dimostrare l’importanza di una cooperazione tra province, città e comuni e la necessità di dare sostegno alle iniziative locali. In aggiunta a questo, la partnership riflette l’impegno di MBM Italia nei confronti della questione ambientale, un impegno che negli anni si è tradotto in numerose azioni interne.

L’azienda infatti, fin dagli inizi, ha scelto di mettere l’efficienza al centro della propria mission aziendale, facendone emblema di sostenibilità. Ne è un esempio la riduzione complessiva dei consumi di energia, resa possibile attraverso una precisa schedulazione della produzione e l’adozione di sistemi che rilevano i comportamenti anomali delle macchine. Sempre in ottica di efficienza globale, MBM Italia ha anche introdotto elementi come la firma grafometrica, che contribuisce all’eliminazione dell’utilizzo di carta nelle operazioni di logistica di consegna, e applicazioni che, grazie ad algoritmi basati su ricerca operativa, ottimizzano viaggi e carichi per ridurre al minimo le emissioni.

L’obiettivo a cui oggi MBM Italia guarda con speranza è quello di un futuro sostenibile.  Un traguardo ambizioso e comune che, in quanto tale, può essere raggiunto soltanto tramite un impegno collettivo. Viene spontaneo quindi guardare al modello di collaborazione delle api e farne una lezione di sostenibilità: come le api in un alveare, che lavorano in perfetta sincronia per il benessere della colonia, così tutti noi possiamo e dobbiamo lavorare insieme per un futuro più sostenibile. È partendo da questa considerazione che MBM Italia ha deciso di siglare la partnership con SavingBees.org, esortando all’impegno collettivo nei confronti dell’ambiente: “Possiamo arrivare a un mondo più sostenibile – ha dichiarato Christina Mosele, Sales & Marketing Manager di MBM Italia, disponibile ad approfondire l’argomento in un’intervista – ma ci sono diversi layer che devono contribuire, a partire dalle politiche internazionali, che vanno poi a trasmettersi nelle politiche sociali e nella coscienza individuale.”.

In questa prospettiva la partnership tra MBM Italia e SavingBees.org acquista una valenza ancora più ampia. Se, da un lato, il fine ultimo è quello di favorire un’apicoltura sostenibile e un nuovo modo di rapportarsi con l’ambiente, allo stesso tempo la partnership si inserisce anche in una visione di larga scala, che mira a responsabilizzare le aziende ed incoraggiarne la transizione verso uno sviluppo sempre più sostenibile. Sono proprio le imprese, infatti, con le loro scelte quotidiane, a determinare il futuro dell’ambiente e della nostra società.